348.2746108 - 333.1172009

LRpsicologia@gmail.com

Lun, Mer e Ven dalle 9:00 alle 13:00

Il Disturbo del desiderio sessuale ipoattivo consiste nella forte riduzione o nell’assenza di desiderio di attività sessuale per un periodo prolungato.

Numerose sono le patologie, le condizioni e le alterazioni organiche sia maschili che femminili in grado di produrre una diminuzione o un annullamento del desiderio: depressione, menopausa, morbo di Parkinson, criptorchidismo, malattie del fegato, neoplasie, nefropatie, ecc. Anche l’uso di farmaci quali gli antistaminici, gli antidepressivi, i narcotici può determinare le medesime conseguenze.

Escluse cause organiche e farmacologiche, la genesi dei fattori che inducono alla riduzione o alla mancanza del desiderio sessuale è da ricercare nella psiche dell’individuo, nel suo modo di relazionarsi con il partner e con la sessualità in generale.

Lo psicoterapeuta dovrà rilevare se nel paziente la condizione sia stata permanente nel tempo o acquisita, legata a partner con determinate caratteristiche oppure generalizzata, o infine connessa a specifiche condizioni ambientali.

La terapia, individuale ed eventualmente di coppia, sarà volta a rimuovere le ansie, le paure ed i fattori di sofferenza psicologica che sono alla base del disturbo.

(Liberamente tratto da Wikipedia).